Regolamento

Premessa

Nel nostro Paese abbondano le testimonianze storico-artistiche di tutte le epoche storiche tanto da farne il più ricco al mondo. In questa ricchezza, un notevole rilievo hanno le Ville Venete, che sono distribuite in un’area più vasta rispetto a quella regionale e che sono oggetto di studio, conservazione e catalogazione da parte dell’Istituto Regionale Ville Venete (I.R.V.V.).

La catalogazione comprende non solo le ville costruite durante il fiorire della Serenissima Repubblica di Venezia, ma anche quelle erette in epoca successiva alla sua caduta (1797), fino al XIX-XX secolo, per un totale di oltre 4.200 edifici.

Regole generali

Questo diploma è proposto e rilasciato dalla Sezione A.R.I. di MESTRE (cod. 30-04 – ASC W13), in occasione del 40° anno di attività, quale naturale evoluzione del Diploma Ville Venete della Riviera del Brenta, istituito nel 1995, con lo scopo di divulgare e far conoscere nel mondo uno dei tanti gioielli che l’Italia può sfoggiare con orgoglio: le Ville Venete.

Ai fini del conseguimento del Diploma vengono prese in considerazione le ville ubicate in 10 Province (Venezia, Padova, Treviso, Vicenza, Verona, Belluno, Rovigo, Pordenone, Udine e Gorizia) di 2 Regioni: Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

Le Ville Venete sono codificate dalla Sezione ARI di Mestre, con un numero progressivo, secondo il seguente schema: DVVnnnn (Diploma Ville VeneteNumero di referenza).

La lista completa delle ville è scaricabile dal sito del Diploma (http://dvv.arimestre.it).

Al conseguimento del diploma sono ammessi tutti gli OM ed SWL italiani e stranieri che effettueranno il numero di QSO o HRD prescritto dal presente regolamento a partire dal 1° Settembre 2017.

Sono valide tutte le bande HF, comprese le WARC e tutti i modi di emissione. Non sono validi QSO/HRD effettuati tramite radio-link.

Il diploma ha carattere permanente e verrà rilasciato, gratuitamente, in forma elettronica con formato PDF.

Il solo Diploma Base avrà anche carattere annuale e potrà essere conseguito ogni anno successivo al primo con le stesse modalità.

Attivatori e Cacciatori potranno controllare sul sito del Diploma (http://dvv.arimestre.it) la loro posizione e richiedere i diplomi, quando conseguiti.

I Diplomi verranno inviati dal Manager via e-mail.

I possessori del Diploma potranno usare tale titolo nelle QSL e nella corrispondenza.

Questo regolamento vale anche per i radioamatori ed SWL della Sezione ARI di Mestre.

Regole per i cacciatori

I diplomi previsti sono i seguenti:

BASE

  • per stazioni extra europee: 5 Ville, in almeno 2 province diverse, delle quali almeno una deve essere nella provincia di Venezia

  • per stazioni europee: 15 Ville, in almeno 3 province diverse, delle quali almeno una deve essere nella provincia di Venezia

  • per stazioni italiane: 25 Ville, in almeno 4 province diverse, delle quali almeno una deve essere nella provincia di Venezia

HONOUR ROLL per avere effettuato almeno 100 QSO/HRD distribuiti in 6 province e 2 regioni.

TOP HONOUR ROLL per avere effettuato almeno 200 QSO/HRD distribuiti in tutte le 10 province.

Dopo il Top Honour Roll, sono previsti avanzamenti ogni 100 QSO/HRD con diplomi differenziati.

Ai cacciatori sarà assegnato ed inviato d’ufficio, gratuitamente, il Diploma “VILLE VENETE DELLA RIVIERA DEL BRENTA”, su carta pergamena in formato 28×43 cm, quando avranno confermati contatti con ville attivate nella Riviera del Brenta (*), secondo il seguente schema:

  • stazioni extraeuropee: 5 ville,

  • stazioni europee: 15 ville,

  • stazioni italiane: 25 ville.

Gli SWL, per ottenere il diploma, dovranno inviare un estratto log con l’elenco degli HRD effettuati, riportante data, ora UTC, nominativo dei corrispondenti, frequenza, codice della Villa. Gli altri dati sono facoltativi.

Dovranno anche indicare una e-mail valida per l’invio del diploma che verrà spedito dal Manager, dopo le dovute verifiche.

Le richieste del diploma vanno indirizzate all’Award Manager I3VAD: i3vad@terranea.it

Periodicamente, nel sito della Sezione verrà aggiornato l’elenco delle ville attivate, quello dei diplomi acquisiti e quello relativo agli attivatori.

Regole per gli attivatori

Per la convalida dell’attivazione di una Villa Veneta, gli Attivatori dovranno rispettare le seguenti, semplici, regole:

  1. Le Ville possono essere attivate da tutti gli OM, sia italiani che stranieri senza bisogno di preavvisare il manager, ma eventuali previsioni di attivazione sono comunque utili a diffondere la notizia;

  2. è possibile l’attivazione solamente delle Ville Venete riportate nell’elenco compilato dalla Sezione ARI di Mestre, con il numero di referenza assegnato dalla stessa, secondo il seguente schema: DVVnnnn (Diploma Ville VeneteNumero di referenza). La lista completa delle ville è scaricabile dal sito del Diploma (http://dvv.arimestre.it); nel caso la villa attivata avesse referenza anche per altri Diplomi (es. DCI, WSHA, ecc.), questi possono essere citati contemporaneamente alla referenza DVV durante l’attività. Non vi è alcuna preclusione all’attivazione contemporanea di altri siti vicini alla villa purché nel pieno rispetto dei relativi regolamenti e ne venga menzionata la referenza DVV.

  3. la stazione trasmittente dovrà essere posta, sempre nel massimo rispetto per l’ambiente, entro un raggio massimo di 500 metri dalla Villa stessa o dai confini della sua pertinenza nel caso ne sia vietato l’accesso perché zona privata o per altro motivo. In questo caso, l’Attivatore dovrà segnalarlo sui “commenti” nel modulo di richiesta accredito.

  1. dovranno essere effettuati almeno 60 QSO per la prima attivazione e 50 per le successive;

  2. nello stesso giorno si possono attivare, con lo stesso nominativo, due ville ma non contemporaneamente;

  1. in caso di attivazione da parte di più operatori con nominativi diversi, dalla seconda stazione attivante in poi saranno sufficienti 30 QSO per nominativo.

  1. l’Attivatore dovrà far pervenire all’Award Manager, (http://dvv.arimestre.it) entro 15 giorni dal completamento dell’attivazione, una cartella compressa contenente il modulo per l’accredito, riempito in tutte le sue parti, il log (esclusivamente in formato ADIF) con i dati dei QSO effettuati ed una documentazione fotografica della Villa attivata e della stazione in portatile. I residenti invieranno (solo la prima volta) una dichiarazione, sul proprio onore, comprovante che il proprio domicilio, ove è situata la stazione, non dista più di quanto richiesto dalla Villa attivata.

Il log dovrà avere il seguente identificativo: NOMINATIVO+REFERENZA+NUMERO PROGRESSIVO DI ATTIVAZIONE (Esempio: I3VAD_DVV00346_001 per la prima attivazione; I3VAD_DVV00346_002 per la seconda attivazione, ecc.)

  1. se un’attivazione NON viene portata a termine, non è permesso fare altre attivazioni con lo stesso nominativo fino a che non sarà completata quella in sospeso. Per il completamento, si ritiene ragionevole un tempo massimo di 3 (TRE) mesi;

  1. se un’attivazione non è approvata dal manager perché viziata da gravi errori o negligenze o non sono state rispettate tutte le norme, non potrà essere nuovamente attivata con lo stesso nominativo. Restano salvi, tuttavia i QSO/HRD effettuati da Cacciatori ed SWL;

  2. La referenza attivata varrà anche come referenza collegata per l’Attivatore nel caso voglia richiedere anche il Diploma Cacciatori.

I diplomi previsti sono i seguenti:

BASE per avere effettuato almeno 10 attivazioni in 2 province diverse.

HONOUR ROLL per avere effettuato almeno 25 attivazioni in totale.

TOP HONOUR ROLL per avere effettuato almeno 50 attivazioni in totale.

EXCELLENCE per avere attivato tutte le 10 province.

Dopo il Top Honour Roll, sono previsti avanzamenti ogni 50 attivazioni con diplomi differenziati.

Agli Attivatori che avranno attivato 10 ville nella Riviera del Brenta (*), sarà assegnato ed inviato d’ufficio, gratuitamente, il Diploma “VILLE VENETE DELLA RIVIERA DEL BRENTA”, in formato 28×43 cm, su carta pergamena.

(*) – Per Riviera del Brenta si intende tutto l’ex mandamento di Dolo, comprendente i comuni di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Mira, Pianiga, Stra e Vigonovo per un totale di 245 ville.

La Sezione A.R.I. di Mestre si riserva di apportare, al presente regolamento, tutte le modifiche che riterrà opportune per eventuali necessità di aggiornamento.

Mestre, 04 Agosto 2017

v.4.063